Honda RC213V-S
2 Ruote

Honda RC213V-S va venduta all’asta e fa il record

Un esemplare praticamente nuovo di Honda RC213V-S è stato venduto all’asta per la cifra record di 218.000 euro

Honda RC213V-S

Questa Honda RC213V-S non ha mai toccato la pista e neanche la strada, anzi non è mai uscita dalla sua teca.

Forse è per questo che pochi giorni fa durante un’asta presso la Collecting Cars un facoltoso e anonimo collezionista ha sborsato la bellezza di 182.000 sterline (circa 218.000 euro) per portarsela a casa. Questa rappresenta la cifra più alta mai pagata per una moto di produzione giapponese. Solo alcuni rarissimi esemplari italiani o americani finora avevano spuntato cifre di vendita simile o addirittura superiori

Honda RC213V-S

La RC213V-S è praticamente una MotoGp omologata per uso stradale costruita dalla Casa giapponese in serie limitatissima al cui sviluppo ha partecipato il Campione del Mondo MotoGp Marq Marquez 

Le caratteristiche di questa moto sono ovviamente la massima espressione del Motor Racing. Il telaio in alluminio è costruito a mano, la carena è completamente in carbonio e le componenti sono in titanio. Questo permette alla moto di fermare la bilancia a 170 kg a secco.

Il motore è un 4 cilindri a V di 999 cc e monta il kit da gara HRC completo. Centralina ECU dedicata, scarico completo in titanio, nuovi condotti dell’aria, quickshifter racing, acquisizione dati e controllo remoto per la registrazione della leva del freno anteriore.

Forcella Öhlins TTX, l’impianto frenante Brembo e le ruote Marchesini Racing forgiate in magnesio completano la dotazione. La potenza della Honda RC213V-S è di 215 cv.

Con un po’ di invidia auguriamo al neo proprietario di questa belva di divertirsi alla faccia nostra e di non tenerla solo esposta in salotto…

“La Honda RC213V-S è una macchina elettrizzante e squisitamente realizzata e questo esemplare ha attirato l’attenzione globale e un’offerta estremamente competitiva. Siamo orgogliosi di aver raggiunto l’ennesimo record mondiale di prezzo di vendita, questa volta per un’incredibile MotoGP omologata per circolare su strada che sarà un gioiello nella collezione del nuovo proprietario”.

Edward Lovett, fondatore di Collecting Cars