2 Ruote

Ducati DesertX: il futuro incontra il passato

Ducati DesertX è la protagonista della sesta e ultima puntata della web series Ducati World Premiére 2022. La più attesa, la più diversa, la prima nella storia di Borgo Panigale a indossare una ruota da 21″

desertx

Sul filone delle enduro che tanto sta andando di moda, ecco nel giro di pochi giorni che viene presentata un’altra maxi con ruota anteriore da 21”. Dopo la nuova Triumph Tiger 1200 ecco che Ducati esordisce nel mondo delle ruote tassellata con una Adventure rivoluzionaria.

L’aspetto riprende fedelmente il concept presentato a Eicma 2029, ma è il lato tecnico che riporta le novità più interessanti: motore raffreddato a liquido e elettronica top level insieme a una dotazione da Dakariana dura e pura.

Estetica

Chi non ricorda la vecchia Cagiva Elefant col Desmo 2 degli anni 90? Ecco, la nuova DesertX punta dritta al cuore di quel genere di appassionati. Anche la livrea, minimal e attuale riprende, per così dire, quella della mitica creatura di Castiglioni.

La novità più interessante è la possibilità di “aggiungere” un piccolo serbatoio supplementare da 8 litri sotto la sella. Questo integra quello principale e ottenere una capienza totale di 29 litri. La scelta è stata adottata per avere un serbatoio di dimensioni ridotte senza però rinunciare a un’autonomia maggiore.

Anche questa soluzione ricorda le moto da rally della fine del secolo scorso e permette così anche ai più accaniti fuoristradisti di non doversi preoccupare troppo della riserva di carburante durante le più lunghe “scampagnate”.

Grazie al comando posto sul manubrio si può “aprire” il secondo serbatoio in modo che la benzina confluisca in quello principale.

Un’altra chicca è la possibilità di ottenere un piano di carico semplicemente sfilando la sella passeggero. 

DesertX

Motore

Il propulsore della DesertX è il bicilindrico Testastretta da 937 cc già in dote a Monster, Hypermotard, SuperSport e Multistrada V2. Proprio con quest’ultimo modella la nuova Ducati condivide il maggior numero di caratteristiche.

I valori di partenza sono stati ritoccati per meglio adattarsi alle nuove caratteristiche del modello fuoristrada. La potenza scende da a 9.000 giri a 110 CV a 9.250 giri e la coppia passa da 94 Nm a 92 Nm a 6.500 giri (250 giri/min in meno rispetto alla Multi).

Anche il cambio è stato adattato alle caratteristiche della DesertX con una rapportatura specifica per l’off-road riducendo le prime due marce e allungando la sesta per maggior comfort durante gli spostamenti on-road. A proposito di comodità durante gli spostamenti, segnaliamo che il cruise control e il cambio elettronico sono di serie. 

DesertX

Ciclistica

La DesertX monta sospensioni Kayaba sia all’anteriore che al posteriore. Davanti abbiamo una forcella da 46mm con escursione di 230mm completamente regolabile, dietro un mono, sempre regolabile, con escursione di 200mm.

Le ruote sono da 21” davanti e da 18” dietro e montano pneumatici Pirelli Scorpion Rally STR misura 90/90 e 150/70. 

I freni sono Brembo ad attacco radiale M50 con doppio disco anteriore da 320mm e da 265mm al posteriore. L’elettronica gestire l’ABS Cornering regolabile su tre livelli e disinseribile nei Riding Mode Enduro e Rally. 

La sella è alta 875 mm (è disponibile anche in versione ribassata) e la luce a terra è di 250 mm.

DesertX

Elettronica

Com’era ovvio aspettarsi, il comparto elettronico della Ducati DesertX è di alto livello. 

Sei riding mode: Sport, Touring, Urban, Wet, Enduro e Rally che si integrano con ben 4 power mode: Full, High, Medium e Low per rendere la DesertX gestibile in ogni situazione.

La mappa Rally è la estrema: il motore eroga tutti i 110 CV a disposizione, la risposta del gas è più rapida, il DTC è al minimo e il DWC è disattivato 

La piattaforma inerziale a sei assi gestisce tutti i parametri, come ABS Cornering, freno motore, Traction control, Wheelie control.

Insomma, la DesertX si posiziona in un segmento agguerrito e animato da concorrenti decisamente combattive come KTM 890 Adventure, Honda Africa Twin 1100, Yamaha Ténéré 700.

La Ducati DesertX sarà disponibile presso tutti i concessionari Ducati da maggio 2022 con un prezzo di partenza di 15.990 euro anche in versione depotenziata (1.000 euro in meno). Molto ampio anche il catalogo accessori che prevede, tra l’altro, scarico Termignoni e set valige in alluminio.

DesertX