BMW M 1000 R
2 Ruote

BMW M 1000 R naked vestita di potenza pura

La versione naked della supersportiva tedesca promette battaglia alla concorrenza a suon di prestazioni

BMW M 1000 R

La nuova BMW M 1000 R deriva direttamente dalla S 1000 RR, ma aumenta la potenza e il piacere di guida. D’altronde, quando in BMW mettono la letterina magica nel nome, il risultato può esser uno solo…

  • BMW M 1000 R

BMW M 1000 R, un concentrato di emozioni… forti

Lei è la prima naked della Casa a portare in dote la M più veloce del mondo e lo dimostra sfornando numeri da prima della classe. Il motore 4 cilindri da 999 cc eroga 210 cv e 113 Nm di coppia. Valore di potenza decisamente più alto rispetto al motore della S; 45 cv in più!

La goduria totale è stata ottenuta poi, accorciando i rapporti finali e montando una corona a 47 denti invece che da 45. Risultato una spinta ancora maggiore!

Cattiva anche nell’aspetto

Esteticamente la BMW M 1000 R è cattiva e anche bella. Come moda comanda sono presenti due belle alette sulle fiancate che, oltre a fare scena, servono ad aumentare il carico aerodinamico a velocità più sostenute.

BMW M 1000 R

A 220 km/h BMW dichiara un carico sulla ruota anteriore di 11 kg. Le winglet agiscono insieme al piccolo deflettore montato davanti al piccolo quadro strumenti. 

BMW M 1000 R

La meccanica della BMW M 1000 R è degna del nome

Il pacchetto M Competition prevede forcella a steli rovesciati da 45 mm pluriregolabile e dotata di Dynamic Damping Control e ammortizzatore di sterzo. Anche altri componenti arrivano direttamente dall’esperienza BMW nel mondiale Superbike.

BMW M 1000 R

I due dischi anteriori con pinze anodizzate blu, tipiche delle M sono da 320 e i cerchi in alluminio forgiato. Disponibili come optional del pacchetto M anche i cerchi in carbonio.

BMW M 1000 R

Anche l’elettronica è di alto livello

Completano la dotazione le importanti componenti elettroniche. Piattaforma inerziale con 4 riding mode, traction control con controllo del wheeling, freno motore con tripla regolazione “Race Pro”.

In più quickshifter up and down, launch control, Pit Lane Limiter e Hill Start Control Pro oltre alla nuova funzione Brake Slide Assist che agevola la derapata negli ingressi in curva più cattivi. Il tutto facilmente gestibile e commendabile dal display TFT da 6,5 pollici a colori