BMW M 1000 RR
2 Ruote

BMW M 1000 RR la Superbike senza compromessi

Disponibile in versione “base” e Competition è la moto impiegata in SBK omologata per la strada

La BMW M 1000 RR è lo stato dell’arte delle moto supersportive omologate per la circolazione su strada.

BMW M 1000 RR

Abbiamo realizzato un capolavoro di ingegneria nello sviluppo aerodinamico della M RR grazie alla nostra incrollabile ambizione, alla nostra enorme passione e alla nostra finezza tecnica. Grazie alle innumerevoli ore trascorse nella galleria del vento e nei test su strada, siamo riusciti ad aumentare notevolmente la velocità massima nonostante una potenza del motore invariata e, allo stesso tempo, a incrementare in modo significativo la deportanza, anche in curva. Il nostro lavoro di sviluppo sarà premiato dal successo nelle corse

Christian Gonschor, Project Management M 1000 RR

BMW M 1000 RR nasce dal vento

Rispetto al modello che va a sostituire le prestazioni sono aumentate in maniera decisa. La velocità massima, ad esempio sale da 306 a 314 km/h. Questo incremento è dovuto soprattutto agli accorgimenti aerodinamici che caratterizzano la nuova carenatura della BMW M 1000 RR.

Cupolino più alto, winglet che aumentano il carico sull’anteriore e carena in carbonio di nuova concezione hanno permesso questo salto verso l’alto. Migliorato anche il flusso dell’aria nella zona anteriore grazie al nuovo parafango con condotti dell’aria integrati per il raffreddamento dei freni. La BMW M 1000 RR Competition prevede anche il copriruota M Aero, un nuovo componente che garantisce minore resistenza aerodinamica a velocità superiori ai 250 km/h.

Al posteriore troviamo una sella ridisegnata per aumentare il feeling del pilota, portatarga e nuovo cablaggio che possono essere smontati più velocemente in caso di track days. 

BMW M 1000 RR

I cerchi M Carbon presentano ora una verniciatura trasparente e il nuovo logo M, ma c’è anche la possibilità di avere i cerchi cerchi in allumino forgiato. 

Il resto rimane invariato 

Il motore invece rimane lo stesso della versione precedente, il quattro cilindri 999 cc da 212 cv non subisce interventi. Invariata anche la ciclistica con il telaio in alluminio con ammortizzatore posteriore Full Floater Pro.

BMW M 1000 RR

Anche l’elettronica rimane quella giù vista e già di altissimo livello. Sulla nuova BMW M 1000 RR troviamo:
Cinque riding mode: “Rain”, “Road”, “Dynamic”, “Race” e “Race Pro1-3”, oltre all’ultima generazione di Dynamic Traction Control DTC e alla funzione DTC di controllo dell’impennata con box sensori a 6 assi.
– Sono ora disponibili due caratteristiche dell’acceleratore regolabili per una risposta ottimale. “Freno motore” con tripla regolazione della coppia di trascinamento del motore in modalità “Race Pro”.
– Shift Assistant Pro per scalate veloci senza l’uso della frizione. Lo schema di cambiata può essere facilmente invertito per l’uso in pista.
– Launch Control per partenze perfette e Pit Lane Limiter per rispettare con precisione la velocità indicata nella corsia dei box.

BMW M 1000 RR

– Hill Start Control Pro per partire comodamente in salita.
– Freni M: Massime prestazioni di frenata in pista.
– Quadro strumenti con ampio display TFT da 6,5 pollici perfettamente leggibile, animazione di avvio con logo M e interfaccia OBD per M GPS Datalogger e M GPS Laptrigger.
– Batteria M leggera, presa di ricarica USB posteriore, potenti gruppi ottici a LED, cruise control elettronico e manopole riscaldate.

Le BMW M 1000 RR è disponibile nel colore Lightweight non metallizzato, la Competition in Blackstorm metallizzato. Scopritela sul sito bmw-motorrad.it