SBK GP di Aragon
Sport

SBK GP di Aragon: Bautista e Ducati partenza stellare

Riparte la Superbike con il GP di Aragon dove Jonathan Rea vuole riprendersi il numero 1 e Alvaro Bautista riportare il mondiale a Borgo Panigale. Razgatlioglu è avvisato

SBK GP di Aragon

Primo weekend di gara con il SBK GP di Aragon dove le emozioni non sono mancate. Il livello generale si è ulteriormente alzato e sicuramente in ogni gara assisteremo a duelli mozzafiato. I protagonisti di questa stagione dovranno dare il 100% ad ogni gara!

SBK GP di Aragon – Gara 1

Inizio di Campionato adrenalinico con continui sorpassi tra Rea, Bautista e Razgatlioglu. Jonathan Rea ha la meglio e si aggiudica la prima gara della stagione 2022 seguito da Alvaro Bautista su Ducati e dal campione del mondo in carica Toprak Razgatlioglu.
Caduta di Lowes che non inizia così bene la sua avventura.
Michael Ruben Rinaldi, con la sua Panigale V4 R, precede la R1 di Andrea Locatelli e la Honda di Iker Lecuona. Xavi Vierge arriva settimo con la Cbr1000 RR-R seguito dalla Bmw dell’ucraino Mykhalchyk e dalla R1 indipendente di Garrett Gerloff. L’irlandese Eugene Laverty chiude la top 10.

SBK GP di Aragon

SBK GP di Aragon – Superpole Race

È Alvaro Bautista il dominatore della Superpole Race del GP di Aragon 2022.. Lo spagnolo è riuscito a rimanere in testa dal secondo giro fino al traguardo.

Seconda posizione per Jonathan Rea, meritata dopo una stupenda battaglia a tre contro Toprak Razgatlioglu e Micheal Ruben Rinaldi. Il turco di Yamaha si prende anche qui il terzo gradino del podio grazie ad un bellissimo sorpasso all’ultima curva su Rinaldi .Andrea Locatelli chiude quinto dopo una lunga lotta Alex Lowes. Caduta e ritiro per Illia Michalchik.

SBK GP di Aragon – Gara 2

Ancora Ducati a festeggiare sul podio con Bautista che si aggiudica anche gara 2 davanti a Rea e a Razgatlioglu di nuovo secondo e terzo.
Quale modo migliore per lo spagnolo per festeggiare così la sua 100a gara in SBK?
Lo spagnolo ha dominato la gara non lasciando spazio ai suoi avversari e arrivando al traguardo con quasi 4,5 secondi di vantaggio.
Bautista è primo in classifica pilota con 57 punti, distaccando Rea a 54 punti.
Onori anche ad Axel Bassani su Ducati che arriva primo tra gli indipendenti.

SBK GP di Aragon

La parola ai piloti

É stata un’ottima giornata per me. Nel pomeriggio la pista era leggermente cambiata rispetto a stamattina quindi la mia idea era capire come fosse la situazione e quanto avrei potuto spingere. All’inizio Johnny è partito molto forte , è stato davanti, si è messo in testa. L’ho seguito per qualche giro per capire come fossero le condizioni della pista. Poi quando ho capito quanto potessi spingere ho cercato di mettermi davanti e fare il mio ritmo facendo il massimo possibile con le condizioni che trovavo. Mi sono divertito di nuovo. Sicuramente stamattina mi sono divertito un pò di più perché ho potuto spingere più forte e trovare prima il limite però comunque un gran risultato . Grazie tutti coloro che sono venuti qui. Dopo anni senza pubblico è stato molto bello tornare ad una stagione con il pubblico. Grazie a tutti, spero vi siate divertiti e alla prossima!

Alvaro Bautista
SBK GP di Aragon

Ho visto che Rinaldi scivolava molto, ha cominciato a perdere prestazioni e quindi sono passato. Sono molto veloci i ducatisti con il loro motore sul rettilineo. La terza posizione va bene, sono buoni punti per il campionato. Lo scorso anno non era stato un bel week-end quello di Aragon. Siamo partiti meglio e miglioreremo ancora.

Toprak Razgatlioglu

La posizione in pista era fondamentale oggi. Pensavo di poter stare davanti e fare il ritmo ma non è stato così. Ho fatto fatica a stare davanti e quando ero in testa avrei avuto bisogno di un pò di pista libera ma non sono riuscita ad averla perché sono stato coinvolto in tante battaglie. Congratulazioni ad Alvaro, grande strategia la sua. É stata una bella battaglia con Rinaldi e Toprak, stavo comunque facendo fatica. É stato un ottimo week-end, avrei firmato per questi risultati. Ci spostiamo ad Assen con un buon feeling, un buon ritmo. Non vedo l’ora!

Jonathan Rea