Royal Enfield Hunter 350
2 Ruote

Royal Enfield Hunter 350 nuda dal fascino retrò

La Casa indiana presenta un nuovo modello ispirato alle classiche linee anni 70 che porta in dote una forte personalità

La Royal Enfield Hunter 350 è una di quelle moto che al primo sguardo sembra “anonima” ma che, se ci si sofferma un attimo ad ammirarla, il punto di vista cambia radicalmente.

Royal Enfield Hunter 350

Royal Enfield Hunter 350 fedele alle origini

Sì, perché alla Royal Enfield non hanno bisogno, o non vogliono fare una moto come tutte le altre, solo era seguire la moda. No, loro rimangono fedeli ai loro canoni, alle loro idee e alla loro identità.

Ecco perciò che chi pensava a una naked moderna, quando sentiva parlare di nuova RE, rimarrà “deluso”. 

Vecchio cuore indiano

Tecnicamente troviamo lo stesso motore che equipaggia la Royal Enfield Meteor 350 (qui la nostra prova) e la Classic 350. Il piccolo bicilindrico raffreddato ad aria con potenza di 20,2 cv e 27 Nm di coppia. Le differenze stanno nella diversa mappatura dell’accensione e dell’iniezione, studiate apposta per questo modello. Anche il cambio è lo stesso cinque marce degli altri modelli, piccola pecca per gli amanti dell’autostrada.

Royal Enfield Hunter 350

Ciclistica dedicata

La Royal Enfield Hunter 350 oltre all’estetica più aggressiva, cambia rispetto alle sorelle treecinquanta, per la ciclistica. Nuovo telaietto posteriore, diverso manubrio e, soprattutto, diverse sospensioni. O almeno, differenti quote rispetto alle altre. Forcella anteriore da 41 mm e 130 mm di escursione e doppio ammortizzatore posteriore regolabile nel precario su sei posizioni e 102 mm di escursione.

L’impianto frenante prevede disco da 300 mm davanti con pinza a doppio pistoncino e da 270 mm dietro con pistoncino singolo. Ovviamente è presente l’ABS, unica concessione all’elettronica della Royal Enfield Hunter 350.

Royal Enfield Hunter 350

Enfield Hunter 350, dettagli che fanno la differenza

Anche il telaio è diverso: via la culla inferiore e pedane sospese su elementi in alluminio che la rendono più sportiveggiante. Questo lo rende più leggero e, grazie anche al piccolo serbatoio da 13 litri e le ruote dal diametro inferiore (17 pollici), la Royal Enfield Hunter 350 fa segnare un peso a secco di 181 kg.

Royal Enfield Hunter 350

Gli pneumatici sono studiati appositamente per questo modello e sono prodotti da CEAT. Questa scelta “obbligata” perché in India tutte le moto prodotte internamente devono motore pneumatici indiani per favorire il lavoro sul territorio. Ottima cosa!

Come dichiarato durante la presentazione, e come evidente dalle foto ufficiali, l’attenzione per i particolari è salita ad un livello altissimo. Più ancora di quanto visto sulla Classic 350 presentata qualche mese fa.

Royal Enfield Hunter 350

Enfield Hunter 350: accessori, colori e prezzi

La lista degli accessori (non lunghissima, a dir la verità) prevede: navigatore turn-by-turn sviluppato in collaborazione con Google, sella piatta e valige laterali in plastica. Sarà disponibile in otto differenti grafiche accattivanti. 

Il prezzo non è ancora stato comunicato ufficialmente, ma è facile pensare che la Enfield Hunter 350 si vada posizionare nella fascia della Meteor e della Classic, quindi su cifre intorno ai 4.500/5.000 euro. Rimanete aggiornati sul sito royalenfield.com.