Lifestyle

Nikola Tesla Museum: dove non ti aspetti i motori

Durante un viaggio a Zagabria, abbiamo fatto visita al Museo Tesla. Invenzioni, ma anche auto, moto, aerei e…

Museo Tesla Zagabria

Durante la nostra visita a Zagabria, leggiamo del Museo tecnico di Nikola Tesla che ci ispira subito una visita.

Ovviamente il Museo espone opere del famoso inventore omaggiando le sue più grandi scoperte ma il destino vuole che ci troviamo di fronte ad esemplari unici del trasporto!

Sezione trasporti

Il dipartimento è suddiviso in mezzi di trasporto terrestre (stradale e ferroviario) su acqua e in aria. I punti salienti sono il sottomarino “tascabile” Malisan CB20 del 1943; aeroplani della prima metà del XX secolo. La parte dedicata agli aeroplani comprende anche 14 pistoni e un motore a reazione che appartengono al periodo a partire dalla prima guerra mondiale agli anni ’50.

Punti salienti del trasporto ferroviario sono invece la. storica la locomotiva a vapore a scartamento ridotto Gabor del 1890 e la popolare locomotiva a vapore Samoborcek, che circolava sulla linea Zagabria-Samobor.

Il tram di Dubrovnik del 1912 è l’unico esemplare preservato.

Pezzi unici sono le slitte a motore del meccanico di Zagabria Marko Knez del 1931. Il trasporto su strada è rappresentato dalle auto d’epoca (una Renault NN del 1926, una Mercedes-Benz S del 1927, una Hanse del 1967, una NSU RO80 del 1972), una popolare Fiat 750-Fico del 1967.

Non mancano anche esempi di tecnologia moderna come un prototipo della prima auto elettrica Croation DOK-ING e una Maserati Quattroporte del 2005. Bello l’orologio pubblico della Kvaternikov trg di Zagabria del 1925.

Non solo auto…

Il palazzo che ospita il Museo fu costruito nel 1949 come spazio espositivo della Fiera di Zagabria sul sito dei primi depositi di tram dell’odierna Zet, usati dal 1891 al 1936..

Il complesso è stato assegnato al museo nel 1959 e la prima mostra è stata aperta nel 1963. Inizialmente si chiamava Museo Tecnico di Zagabria, creato e fondato dal professore universitario Dr. Božo Težak.

Il 5 giugno 2015, con una decisione dell’Assemblea cittadina su proposta del sindaco della città di Zagabria (Milan Bandic), il museo ha cambiato il suo nome in Museo tecnico di Nikola Tesla.

Oltre alla sezione trasporti al suo interno sono presenti anche un planetario, un apiario, una miniera (un modello lungo ben 300 metri) e la ricostruzione del laboratorio di Tesla, nonché una sezione dedicata ai più noti personaggi della scienza e della tecnica croata.