Formula1 Gp d’Italia
Sport

Formula1 Gp d’Italia. Monza rossa… di rabbia

Lo spettacolo è stato incredibile, peccato per un finale “al rallentatore” che ha lasciato i 100.000 di Monza con l’amaro in bocca

Il Formula1 Gp d’Italia ha visto la vittoria di Max Verstappen davanti a Charles Leclerc e George Russell. Peccato che a 8 giri dal termine, a causa della fermata della McLaren di Ricciardo, dopo un paio di giri con bandiera gialla, entra la Safety Car che accompagna le vetture fin sotto la bandiera a scacchi. Tra i fischi del pubblico, noi di XMotor.it compresi…

Ecco sì, noi c’eravamo. Ma non abbiamo voluto seguire la gara dalle “postazioni stampa”. Da sempre a Monza ci vado per stare lì, in mezzo al casino, tra i tifosi di tutte le bandiere che urlano e fischiano. Questo è il bello del Gran Premio di Monza. Emozione allo stato puro. 

Formula1 Gp d’Italia
Credit: @Scuderia Ferrari Press Office

Formula1 Gp d’Italia: lo spettacolo prima della delusione

La gara era partita bene per le rosse nonostante una Red Bull super. Leclerc dopo un pit-stop anticipato si piazza in seconda posizione davanti a Russell. Stavolta i calcoli del box sembrano azzeccati; la Red Bull potrebbe trovarsi a portata di sorpasso verso fine gara. Ma abbiamo già visto come andata a finire.

Gran gara anche per Carlos Sainz che, partito dalle retrovie, si rende protagonista di una serie di sorpassi che lo portano fino alla quarta posizione finale. Altrettanto fa il campione della Mercedes Lewis Hamilton che da ultimo in griglia chiude al quinto posto. Da segnalare la strepitosa gara del debuttante Nick De Vries che ha sostituito Alexander Albon e ha chiuso la gara al settimo posto. 

Credit: @Scuderia Ferrari Press Office

Le parole dei protagonisti del Formula1 Gp d’Italia

Ci ho messo un po’ ma finalmente sono riuscito a salire su un podio importante come Monza. Nel complesso per noi è stata un’ottima giornata, anche se non siamo riusciti a ripartire nel finale dopo la safety car. Ho fatto una buona partenza e ho trovato subito il ritmo, salendo al secondo posto in fretta. Con ogni mescola eravamo più veloci e abbiamo tenuto sempre un certo vantaggio. 

Max Verstappen

È stato frustrante vedere la Safety Car nei giri finali: ero secondo, volevo provare ad attaccare Verstappen… Non posso essere del tutto soddisfatto perché sono secondo. Peccato, mi sarebbe piaciuto vincere davanti a questo pubblico fantastico. A tutti loro dico grazie per il sostegno incredibile.

Charles Leclerc
Formula1 Gp d’Italia
Credit: @Scuderia Ferrari Press Office

Poiché la sicurezza dell’operazione di recupero è la nostra unica priorità e l’incidente non era abbastanza significativo da richiedere la bandiera rossa, la gara si è conclusa sotto safety car seguendo le procedure concordate tra la Fia e tutti i concorrenti. La durata della safety car all’interno di una gara non ha alcuna influenza su questa procedura”. E’ quanto detto da un portavoce della Fia per spiegare l’accaduto del controverso finale del Gran Premio d’Italia a Monza. Èstato fatto ogni sforzo per riprendere la gara, ma i commissari non sono stati in grado di spingere la macchina nella strada di fuga.

Direzione Gara
Formula1 Gp d’Italia

Post gara. Spavento per Alexander Albon 

Dopo l’operazione d’urgenza per appendicite, a causa di alcune complicazioni post anestesia, il pilota è stato trasferito in terapia intensiva e intubato. La Williams fa sapere che oggi Alex sta meglio ed è stato riportato in un reparto generale fino a domani, quando dovrebbe tornare a casa.