GP del Messico
Sport

Formula1 GP del Messico: nuovo record di Verstappen

Verstappen conquista il 14° successo stagionale vincendo il GP del Messico. Per lui nuovo record, superando le 13 vittorie di Schumacher e Vettel

GP del Messico

Max Verstappen ha ottenuto la sua quattordicesima vittoria della stagione 2022 nel GP del Messico, davanti al rivale di sempre. Lewis Hamilton e al compagno di squadra Sergio Perez, dopo un’intrigante battaglia strategica giocata all’Autodromo Hermanos Rodriguez.

Il pilota olandese si assicura così un altro record: il maggior numero di vittorie in una singola stagione di F1, superando di un punto le 13 ottenute da Michael Schumacher nel 2004 e da Sebastian Vettel nel 2013.

Verstappen, il cui team Red Bull ha optato per una strategia di gomme morbide-medie, ha preso la bandiera a scacchi con circa 15 secondi di vantaggio su Hamilton, dubbioso sul perché la Mercedes abbia scambiato il loro set di partenza di gomme medie con quelle dure.

Perez ha dato ai tifosi di casa qualcosa per cui esultare col suo terzo posto. Russell, partito secondo, ha dovuto accontentarsi di un quarto posto.

Anche Russell si era lamentato della strategia gomme, chiedendo ripetutamente alla Mercedes di rientrare ai box e di cambiare le dure.

Gara poco brillante in casa Ferrari. Carlos Sainz e Charles Leclerc hanno ottenuto soltanto un quinto e sesto posto, davanti al pilota della McLaren Daniel Ricciardo, che ha mantenuto la posizione nonostante una penalità di 10 secondi per uno scontro con Yuki Tsunoda.

Esteban Ocon si è piazzato ottavo, dopo un doloroso ritiro del compagno di squadra Alpine Fernando Alonso. Chiudono la Top Ten Lando Norris e Valtteri Bottas

GP del Messico

GP del Messico: la gara

Centinaia di migliaia di appassionati sulle tribune dell’Autodromo Hermanos Rodriguez sono pronti a tifare per l’idolo di casa Sergio Perez.
Partenza perfetta per Verstappen che partiva in pole. Hamilton, partito terzo, riesce a sorpassare il suo compagno di squadra portandosi così alle spalle del Campione del mondo. L’idolo di casa conquista la terza posizione lasciando la quarta a Russell.

GP del Messico

Partenza negativa per Bottas, che da sesto scivola in ottava posizione, superato da Leclerc e Alonso. Nelle retrovie grande scatto di Stroll che recupera cinque posizioni portandosi 15°.
Verstappen gestisce il vantaggio su Hamilton, conservando sempre un margine vicino al secondo e mezzo, grazie anche alla miglior prestazione delle gomme soft su quelle hard dell’avversario.

Al 24° giro rientra Sergio Perez: gomme medie ma pit stop lento. Il pilota messicano rientra sesto tra le Ferrari e Alonso.
Dopo due giri Verstappen rientra ai box e monta gomme medie nuove. Esce in pista davanti a Carlos Sainz. 
Al 30° giro si ferma Lewis Hamilton per montare gomma dura nuova. Russell è ora in testa. Al giro seguente si ferma Carlos Sainz: cambio lento, monta gomme medie nuove.

Al 35° giro Verstappen torna al comando per la sosta di Russell. Il pilota Mercedes monta gomme dure nuove e torna in pista in quarta posizione.
La gara nel complesso è stata abbastanza noiosa. A 27 giri dalla fine il quartetto di testa rimane invariato: Verstappen, Hamilton (che continua a lamentarsi via radio della gomma bianca che non ritiene allo stesso livello della media), Perez e Russell seguiti dai piloti Ferrari Sainz e Leclerc.

GP del Messico

Al 51° giro contatto tra Tsunoda e Ricciardo. Il pilota giapponese finisce fuori pista e rientra ai box. Ritiro per lui e 10 secondi di penalità per Ricciardo.

Intanto Verstappen continua ad allungare su Lewis Hamilton che deve guardarsi le spalle da Perez pronto ad attaccarlo.
Al 65° giro Fernando Alonso è costretto a fermarsi alla prima curva per un problema tecnico al motore, dopo aver subito una perdita di prestazioni nei giri precedenti. Virtual Safety Car. 

GP del Messico

Negli ultimi giri le posizioni rimangono congelate. Ricciardo spinge per mettere oltre 10 secondi tra sé e Ocon, per conservare la settima posizione. Per Russell un pit-stop per montare le soft a due giri dal termine per conquistare il giro più veloce e regalare così un punto alla Mercedes.

GP del Messico

Max Verstappen vince il GP del Messico con 15″ di vantaggio su Hamilton che chiude secondo davanti a Perez.

Qui tutte le classifiche

La parola ai protagonisti

Mi ha aiutato molto per il resto della gara mantenere la testa dopo la curva 1. Eravamo anche su una strategia diversa rispetto alle macchine che ci stavano vicine però un risultato incredibile. Il passo è stato davvero molto positivo. Abbiamo dovuto gestire le gomme perché abbiamo fatto uno stint molto lungo con le medie e siamo riuscito a farle funzionare. Pubblico fantastico, adoriamo venire qui. È stata una stagione incredibile finora. Ce la stiamo sicuramente godendo e cercheremo di vincere ancora.

Max Verstappen

Innanzitutto questo pubblico è stato davvero fantastico. É un pò imbarazzante sentire fischi tutto il giorno però ho tanto amore per il Messico e per la gente che è qui. É una grande gara, un grande week-end per noi . Ero molto vicino nel primo stint però la Red Bull oggi era davvero troppo veloce, probabilmente hanno anche avuto la strategia migliore sulle gomme. Non sono sicuro che la gomma dura fosse quella giusta. Avremmo dovuto partire con la soft. Andava bene nel primo stint ma poi la gomma dura non si è bilanciata bene. Congratulazioni a Max comunque. É stato bravissimo ad arrivare sul podio.

Lewis Hamilton

Ho fatto del mio meglio. Oggi in partenza ho spinto davvero ma purtroppo una volta che mi sono trovato dietro a Lewis è stato difficile seguirlo e quindi ho dovuto accontentarmi del terzo posto. Però davvero il punto chiave è stata la partenza. Pensavamo di poter essere un pochino più vicini ma purtroppo oggi non è andata bene. Ma comunque è un bel podio davanti a questo pubblico. Volevo di più oggi ma il terzo posto è comunque positivo. Grazie mille a questo fantastico pubblico per tutto il sostegno che mi ha dato in questo week-end. Siete incredibili, senza dubbio la tifoseria migliore, grazie.

Sergio Perez
GP del Messico

100 gare per Leclerc

Il GP del Messico ha segnato due momenti importanti nella storia della Formula 1: la 14° vittoria per Max Verstappen e la 100° gara per Charles Leclerc.
Purtroppo Leclerc non ha festeggiato come avrebbe voluto, chiudendo con un sesto posto a 68 secondi dal vincitore.

FERRARI F1 GP MESSICO SABATO 29/10/2022 credit @Scuderia Ferrari Press Office

Il tempo è passato molto, molto velocemente. É un traguardo speciale. Ricordo come fosse ieri la prima volta che sono arrivato in F1, in Australia con l’Alfa Romeo. È stato un momento molto speciale, un sogno che si è avverato. E poi ovviamente, già dal secondo anno, ho avuto la fortuna di essere scelto come pilota della Ferrari. E anche questo è stato un altro sogno che si è realizzato. Ho ancora molti sogni, uno dei quali è ovviamente quello di diventare campione del mondo e spero che questo diventi realtà il prima possibile. Stiamo tutti lavorando per raggiungere questo obiettivo. Ma sì, mi sto godendo il momento. E sono davvero, davvero fortunato a trovarmi in questa posizione.

Charles Leclerc